Trattamenti e interventi per ridurre la pancia: scopri quale fa al tuo caso!

Indossi il jeans a vita bassa e la pancia ti rovina la silhouette? Qualunque vestito non ti dona? In questo caso potrebbe essere un problema di pancia. Non devi però arrenderti a questo inestetismo, oggi è possibile sottoporsi a interventi e trattamenti per ridurre la pancia.

La pancia è un inestetismo comune a uomini e donne, spesso anche cercando di mangiare in modo sano e senza esagerare si forma ed eliminarla è difficile anche per chi fa molto movimento. Per ritrovare la forma è possibile chiedere un piccolo aiuto alla medicina e chirurgia estetica. La scelta tra interventi e trattamenti per ridurre la pancia dipende dall’entità del problema. Per chi ha una pancia appena accennata la scelta giusta può essere il trattamento BodyForma, in questo caso si applica un manipolo che sfrutta le potenzialità della radiofrequenza per contrarre i tessuti ed eliminare le lassità cutanee. Questa tecnica è consigliata anche nel caso in cui, a causa di una perdita di peso, sia rimasta pelle flaccida nella zona dell’addome.

Se il problema è più accentuato il medico potrebbe consigliare di scegliere la liposuzione, in questo caso si è di fronte ad un piccolo intervento chirurgico con il quale viene aspirato il grasso in eccesso. Tra le tecniche alternative per la liposuzione c’è il BodyTite: un intervento mininvasivo per ridurre la pancia. La procedura sfrutta sia il principio della liposuzione, sia la radiofrequenza. In particolare viene inserita nel sottocute una cannula con sezione millimetrica. Le alte temperature prodotte dal macchinario vanno a degradare le cellule di adipe che vengono quindi aspirate. Come la classica liposuzione si ha un vero e proprio svuotamento dei tessuti che può essere anche di una certa importanza. A questo punto può però venire il dubbio che in seguito all’intervento la pelle dell’addome possa risultare flaccida. In realtà il segreto del BodyTite è proprio qui: parallelo al manipolo interno c’è quello esterno che emette onde in radiofrequenza. Queste vanno a ricompattare i tessuti che di conseguenza appaiono subito più lisci e tonici. La liposuzione classica viene eseguita con anestesia locale con sedazione oppure con anestesia spinale e solitamente si prescrive il ricovero per una notte. L’intervento di BodyTite richiede un’anestesia locale o una leggera sedazione. Si tratta di una procedura praticamente indolore e grazie alla cauterizzazione dei vasi non vi sono versamenti di sangue e quindi è molto ridotta la comparsa di ecchimosi.

Per chi ha un problema di addome molto prominente, anche uomini, la scelta tra trattamenti e interventi per ridurre la pancia è quasi obbligata: si deve procedere ad un’addominoplastica. Si tratta di un intervento volto a ridurre il girovita. Il chirurgo procede prima ad uno svuotamento dell’addome eliminando adipe in eccesso e in seguito, per evitare l’effetto flaccido che non andrebbe via neanche con la palestra, si elimina la pelle in eccesso. L’intervento prevede un’incisione da una cresta iliaca all’altra e quindi in seguito vi sarà una cicatrice che può essere tranquillamente nascosta sotto l’intimo e che con il tempo e seguendo tutti i consigli del chirurgo tende a diventare quasi impercettibile. L’addominoplastica può essere eseguita quando c’è stato un repentino svuotamento dei tessuti a causa di un dimagrimento o se vi è pelle flaccida dopo la gravidanza, in questo caso potrebbe non essere necessario eliminare adipe e si potrà procedere solo all’eliminazione della pelle in eccesso. L’intervento dura circa 2-3 ore e viene eseguito in anestesia generale con ricovero.

Vuoi conoscere i trattamenti e gli interventi per ridurre la pancia che fanno al tuo caso? Chiedi un consulto ai medici dell’Istituto Estetico Italiano e fai tutte le domande che vuoi.

Commenti

at 17 aprile 2018 12:30 Chirurgia Estetica

Tags: , , , ,