Lifting facciale: trattamento e risultati attesi

Lifting facciale: trattamento e risultati attesi

Il lifting facciale rappresenta uno dei trattamenti più richiesti sia da parte degli uomini che delle donne. Grazie ad esso, infatti, si ha la possibilità di donare giovinezza ad ogni genere di volto. In linea di massima, un trattamento di lifting facciale viene effettuato facendo una piccola incisione che viene effettuata appena dietro i lobi delle orecchie. Ma vediamo di scendere più nel dettaglio e di capire quali sono le fasi del lifting facciale e, soprattutto, quali sono i possibili risultati.

Tags: , ,

Bioristrutturazione della cute: semplice e innovativa

Bioristrutturazione della cute: semplice e innovativa

La bioristrutturazione è un trattamento di medicina estetica che permette di combattere l’invecchiamento delle cellule della cute tramite l’utilizzo dell’acido ialuronico, la cui iniezione va associata ad alcune sostanze basilari che formano le fibre elastiche e quelle di collagene. Il funzionamento dell’acido permette di reidratare i tessuti, ristrutturandone le cellule e aumentandone la capacità rinnovativa. In tal modo si previene l’atrofia dello strato dermale della cute, con un trattamento mini-invasivo. Si tratta di un trattamento effettuato senza anestesia e senza ricovero, uno dei più efficaci nel campo della medicina estetica. Le sostanze chimiche utilizzate agiscono su delle cellule situate in profondità, garantendo lucentezza agli strati superiori, una buona idratazione e il ripristino degli strati cellulari danneggiati. La funzione dell’acido ialuronico è quella di ripristinare la riproduzione cellulare, oltre che azionare i meccanismi responsabili della reidratazione. In tal modo riesce a ottenere un costante processo di ricambio. In aggiunta a tutte le sostanze elencate prima, si utilizzano anche i polinucleotidi che agiscono direttamente sul nucleo cellulare modificando le sintesi di RNA e DNA. Così si attiva un processo automatico, dovuto a fattori chimici di varia natura. Una volta eseguito il trattamento per qualche giorno sarà preferibile fare a meno di esporsi direttamente ai raggi solari. Il trattamento di bioristrutturazione in sé stesso non è affatto doloroso. Esso viene eseguito in un giorno solo, con il paziente in regime amburatoriale, effettuando diverse microiniezioni nella zona interessa utilizzando degli aghi molto sottili. L’introduzione di questi aghi nella è assolutamente sopportabile e potrebbe provocare solo un piccolo fastidio. Alle persone che comunque avvertono il dolore viene spesso applicato un anestetico locale sulla zona in cui sarà inserito l’ago. In alternativa è possibile che nella cute venga inserita una sola cannula, con cui si farà una sola puntura sotto il derma. Dopo il trattamento non ci sarà alcuna traccia particolare (in rari casi è possibile la presenza di un piccolo livido che scomparirà nel giro di due o tre giorni). Ovviamente, occorre avvisare il medico al riguardo della presenza di eventuali allergie. Quest’ultimo consente di raggiungere degli effetti migliori durante la bioristrutturazione. Per raggiungere dei risultati visibili non è necessario eseguire molti interventi. Tuttavia, occorre tenere in conto le specificità di ogni persona e il fatto che ogni organismo potrebbe impiegare diverso tempo per mostrare i risultati. L’aspetto della cute migliora notevolmente dopo ogni seduta. L’effetto della bioristrutturazione non dura per sempre, e sebbene dopo la fase iniziale avvenga anche la fase di mantenimento, la durata degli effetti varia in relazione ad alcuni fattori, come il prodotto utilizzato, le zone trattate, il grado del precedente invecchiamento cutaneo e le specificità della persona stessa. In genere i trattamenti previsti sono 4, intervallati da circa due mesi di tempo. Il protocollo di questi trattamenti di bellezza dev’essere ripetuto dopo sei mesi per ottenere una fase di attacco migliore, ma alcuni medici preferiscono passare subito alla fase di mantenimento. In via generale si consigliano circa due trattamenti annuali per svolgere una fase di mantenimento corretta, ma questo numero potrebbe variare in base alle indicazioni mediche. Se vuoi sembrare più giovane e avere una pelle lucente e fresca non tardare ad affidarti a dei medici professionali ed esperti compilando il modulo per svolgere una prima seduta gratuita in uno degli studi di IEI in città come Bologna, Roma, Torino o Milano.

Tags: , , ,

La chirurgia estetica low cost non porta benefici, ecco perché affidarsi ad Istituto Estetico Italiano

La chirurgia estetica low cost non porta benefici, ecco perché affidarsi ad Istituto Estetico Italiano

La crisi ha portato e sta portando ancora molte persone ad affidarsi alla chirurgia estetica low cost, con la convinzione di riuscire a raggiungere i medesimi risultati che può portare l’intervento di un professionista qualificato e che per questo applica giustamente tariffe non basse. Niente di più sbagliato e sono i numeri a parlare prima di qualsiasi altra considerazione. La chirurgia estetica a basso prezzo è infatti il primo passo per il ricorso a interventi riparatori: questa tendenza ha visto un aumento del 20% negli ultimi anni, come è possibile evincere dai dati dell’Aicpe (Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica), che ha ufficialmente denunciato il fenomeno alla fine del mese di dicembre.

Tags: , , ,

PIU’ BELLI. GRAZIE FINANZIAMENTO!

PIU’ BELLI. GRAZIE FINANZIAMENTO!

Periodo economico delicato un pò per tutti questo in cui viviamo… si fanno i conti: si cerca di risparmiare e di tagliare là dove si può. Chi andava a cena fuori due volte la settimana, se va bene, ce ne va una, chi dal parrucchiere ogni due settimane a farsi la tinta, se la fa a casa o si reca dai cinesi all’angolo, chi poteva permettersi un bel paio di scarpe o un bell’abito, cerca dispertamente un calzolaio e un sarto, che sembrano una specie in via di estinzione… insomma, oggi, anche il ceto medio alto, tende a ridimensionare quelle che erano le proprie abitudini. C’è crisi, si sa, siamo in spending rewiew, termine che, se se fino a qualche tempo fa, non sapevamo nemmeno cosa volesse dire, ormai è entrato trionfale nel nostro vocabolario.

Tags: , , , , , , , , , , ,

Arriva l’autunno, quali trattamenti di medicina estetica effettuare dopo l’estate

Arriva l’autunno, quali trattamenti di medicina estetica effettuare dopo l’estate

Dottor Urbano Urbani Siamo tornati al nostro tram tram giornaliero, i bambini sono tornati a scuola, gli adulti hanno ripreso gli orari di lavoro e con loro i buoni auspici per mettersi a dieta dopo i troppi aperitivi estivi e la volontà per comiciare o ricominciare l’attività fisica.  Le agognate vacanze sembrano già finite da un secolo e la tintarella presa al mare o in montagna che ci ha fatto tornare in città fieri del nostro colorito, sta scomparendo… lasciando però, segni invisibili e in alcuni casi, segni visibili, sul nostro viso.  A quali trattamenti di medicina estetica è utile dunque sottoporsi in previsione dell’inverno in arrivo? Il dottor Urbano Urbani, specialista in Chirurgia Maxillo-Facciale e Surgical Fellowship in Chirurgia Plastica, collaboratore chirurgo e medico estetico presso I.E.I. Istituto Estetico Italiano ci aiuterà a scoprire cosa possiamo fare.

Tags: , , , , , , , ,