Ritrova la giovinezza con la Biorivitalizzazione

Tutti vorremmo avere la pelle dei neonati: liscia, elastica, come la buccia di una pesca, ma l’invecchiamento cutaneo colpisce in modo indistinto ed è un fenomeno naturale. Con la biorivitalizzazione oggi è possibile prolungare la naturale giovinezza della pelle.

La pelle è un importante organo di protezione e termoregolazione, essa è formata da vari strati. Con il tempo i componenti che la rendono elastica, idratata e danno spessore come acido ialuronico, collagene ed elastina degradano, cioè vengono prodotti in quantità sempre minori. Questo perché il rinnovamento cellulare rallenta. Alcuni fattori, come una dieta povera di sali minerali, la scarsa idratazione, una cattiva esposizione al sole e cattive abitudini come il fumo, possono anche accelerare il processo di invecchiamento. In tutti questi casi, per ritardare gli effetti del tempo e avere una pelle luminosa ed elastica è possibile sottoporsi alla biorivitalizzazione.

La biorivitalizzazione è un trattamento di medicina estetica il cui obiettivo è riattivare il turn over cellulare e quindi ricostituire la normale idratazione, morbidezza ed elasticità della pelle. La procedura viene eseguita iniettando acido ialuronico: una sostanza normalmente prodotta dall’organismo e che stimola a sua volta la produzione di collagene. Quest’ultimo cattura e trattiene l’umidità e quindi contribuisce ad avere una pelle rimpolpata e morbida. Il trattamento viene eseguito in regime ambulatoriale e subito dopo è possibile andare via. Si eseguono delle semplici micro-iniezioni di acido ialuronico che viene iniettato ad una profondità variabile. La scelta dipende dalla condizione della singola persona ed è quindi di un trattamento personalizzabile. Il trattamento può essere eseguito su viso, collo, décolleté, mani utilizzando la tecnica lineare o a piccoli pomfi. 

Prima di procedere alla biorivitalizzazione si esegue un peeling, cioè una pulizia in profondità della pelle per eliminare tracce di trucco e cellule morte, in questo modo vi è un miglior assorbimento dei principi attivi e una migliore ossigenazione dei tessuti. Il trattamento non è doloroso, ma prima dello stesso è possibile usare una pomata anestetica che allevia ogni fastidio legato all’inserimento dell’ago. Dopo essersi sottoposti alla procedura è possibile che si manifesti un leggero rossore, lo stesso è facilmente trattabile con impacchi di ghiaccio, inoltre con un po’ di make up, il rossore non sarà visibile. Dopo la biorivitalizzazione è bene evitare di esporsi al sole per 3 giorni. 

Deve essere sottolineato che per ottenere una pelle elastica, morbida, luminosa è necessario sottoporsi a più sedute di biorivitalizzazione. L’acido ialuronico, oltre ad essere bio-compatibile, è riassorbibile ecco perché gli effetti non sono eterni. Lo scopo principale è ringiovanire in modo naturale i tratti, prevenire la comparsa delle rughe e rendere meno visibili e i segni del tempo che già si sono formati. È come se si usasse una crema nutritiva e idratante ad alta concentrazione, ma mentre quest’ultima non raggiunge gli strati profondi della pelle e ha un effetto blando, il trattamento ha un effetto più potente e proprio per questo consente di avere dei risultati visibili ad occhio nudo. Non c’è un’età in cui è consigliato sottoporsi a questa procedura, essa è adatta a tutti, uomini e donne, giovani e meno giovani, ad esempio anche una ventenne che non ha problemi di rughe se avverte una particolare aridità della pelle, magari dopo essersi esposta eccessivamente al sole, può trovare un notevole giovamento da questo trattamento.

Vuoi ritrovare un volto giovane e fresco? In questo caso il trattamento giusto per riattivare il turn over cellulare è la biorivitalizzazione. Per saperne di più contatta i medici dell’Istituto Estetico Italiano e scopri tutti i segreti per prevenire le rughe.

Commenti

at 30 Aprile 2019 12:30 Medicina Estetica

Tags: , ,