Metodo Tabata: di cosa si tratta e perché è efficace

Estate, tempo di vestiti leggeri e, di riflesso, di maggior attenzione alla forma fisica. Come migliorarla in poco tempo? Premettendo il fatto che è sempre utile giocare d’anticipo e impegnarsi costantemente anche durante l’inverno – abbiamo fornito qualche dritta per l’allenamento a casa in un post precedente – è comunque utile parlare di alcuni approcci al workout.

Tra questi, è possibile citare il Metodo Tabata, diventato famoso grazie ad alcune foto della cantante Noemi che, grazie a questo allenamento, ha perso peso e si è tonificata. Come funziona di preciso?

Ideato da Izumi Tabata, docente presso l’Istituto Nazionale di Fitness e Sport di Tokyo, si contraddistingue per uno schema basato su due fasi. La prima, caratterizzata da una durata di 20 secondi, prevede l’esecuzione degli esercizi al massimo dello sforzo muscolare.

Archiviato questo step, bisogna dedicarsi a una fase di riposo della durata di 10 secondi. Lo schema appena ricordato, va ripetuto otto volte per un lasso di tempo massimo di quattro minuti.

Il bello di questo allenamento è la sua versatilità: quando lo si esegue, nessuno vieta di dedicarsi sia ad attività fisica aerobica, sia a esercizi che richiedono uno sforzo maggiore da parte dei muscoli (o l’ausilio di attrezzi come manubri e kettlebell).

Quello che conta, è il mantenimento dell’intensità per i 20 secondi sopra citati, in modo da ottenere effetti portentosi sul metabolismo basale e una conseguente ottimizzazione dello smaltimento dei grassi.

Se i risultati ottenuti soprattutto per quanto riguarda gli accumuli adiposi non dovessero essere soddisfacenti, si può sempre ricorrere alla medicina estetica intelligente che, grazie a trattamenti come i manipoli non chirurgici di BodyTite, permette di modellare la silhouette. Vuoi saperne di più? Contattaci quando vuoi e fissa la tua visita conoscitiva gratuita!

Commenti

at 2 Luglio 2020 19:00 Fitness e Sport, Medicina Estetica

Tags: , , ,