Pazzesco, Gigi Hadid: la bellissima top model accusata di essere troppo grassa!

Gigi-Hadid-Instagram-versace-481x480
Gigi Hadid per Versace

Siamo sbigottiti quando leggiamo notizie del genere. Quando il mondo della moda sta finalmente cambiando, quando è pronto a rinnovarsi, quando di modelle pelle ed ossa se ne vedono sempre meno, cosa succede? Una bellissima ragazza americana, una delle top model più richieste al momento, con misure perfette per la sua costituzione: alta 1,78 cm per 86-63,5-88, viene accusata da alcuni come troppo grassa per sfilare. Siamo al paradosso. Persone folli che sui social si lamentano, la criticano, l’additano come cicciona e come raccomandata per meritarsi il successo. Gente ovviamente invidiosa, probabilmente mediocre, insoddisfatta, frustrata.

Gigi Hadid, è vero, e soprattutto per fortuna, ha più curve della maggior parte delle modelle che sfilano, e se la taglia 38/40 lei la riempie perfettamente con le sue forme, le altre ci sguazzano dentro come scheletri.

La top model americana risponde su Instagram «Ho seno, fianchi, sedere. Sono stata fortunata: ho avuto fiducia in me e nel mio corpo e sono arrivata quando gli stilisti chiedevano ragazze più formose». Dopo aver sfilato, pochi giorni fa durante la Milano Fashion Week in un sexy abito di Versace, ha scritto ai suoi “odiatori” un lungo post su Instagram: «Sì, ho il seno, ho gli addominali e il sedere e non sto chiedendo un trattamento speciale. Io entro in una taglia normale. I vostri commenti cattivi non mi fanno venire voglia di cambiare il mio corpo né di rifiutare di sfilare e di sicuro non faranno cambiare opinione agli stilisti che mi scelgono». E ancora: «Voi potete fare tutte le supposizioni che volete, ma io sono solo una persona che ha lavorato duramente, ha avuto fiducia in se stessa ed è arrivata in un momento in cui il mondo della moda era pronto a cambiare».

Sperando che di Gigi Hadid ci sia una richiesta sempre maggiore da parte degli stilisti e che non rimanga “una mosca bianca” sulle passerelle di tutto il mondo, ci rivolgiamo agli “haters” dicendo: “Tiè, adesso rosicate!”

Commenti

at 1 Ottobre 2015 17:51 Attualità