Emilio Fede irriconoscibile in TV: colpa dei troppi ritocchi o del grandangolo?

In questi giorni sui social si sta parlando tantissimo di Emilio Fede. L‘ex direttore del TG4, ospite in uno dei più celebri salotti TV del week end, è apparso molto più gonfio del solito. Ovviamente sono subito partiti i rumors su presunti ritocchi, nello specifico agli zigomi. Come ha reagito il famoso giornalista? Negando tutto e puntando il dito… sul grandangolo.

Intervistato da Il Fatto Quotidiano, Emilio Fede ha infatti affermato che lo scatto che gira sul web è la foto di uno schermo televisivo preso con il grandangolo e che questo ha snaturato le proporzioni del suo volto. Ha inoltre dichiarato di non essere contrario alla chirurgia e alla medicina estetica, ma di non aver mai fatto ricorso a interventi o trattamenti, fatta eccezione, a suo dire, per l’eliminazione di alcune macchie solari causate dai lunghi periodi trascorsi in Africa come inviato.

Questo inestetismo, tanto diffuso quanto fastidioso a vedersi, può essere eliminato gazie alla medicina estetica intelligente. Quali sono i trattamenti più efficaci? In cima alla lista troviamo senza dubbio il peeling, che prevede l’applicazione sul viso di sostanze chimiche come acido glicolico, acido mandelico o fenolo. Esse, a contatto con la parte superiore del derma, lo esfoliano dalle cellule morte.

Prima di procedere con l’applicazione, si esegue una pulizia del viso, così da eliminare make up e impurità varie. Subito dopo, con l’aiuto di un pennello ad hoc, il medico estetico spalma la sostanza chimica e la lascia agire per qualche istante. Trascorso il suddetto lasso di tempo, la rimuove attuando una profonda detersione del viso, fondamentale per ripristinare l’equilibrio idrolipidico. Vuoi sapere qualcosa di più su questo trattamento di medicina estetica viso, utile contro le macchie solari ma anche in caso di cicatrici da acne particolarmente evidenti o di rughe accentuate? Contatta il nostro staff per fissare la prima visita gratuita!

 

Commenti

at 4 aprile 2018 17:51 Attualità, Medicina Estetica

Tags: , , , ,