Medicina Estetica batte Chirurgia Estetica. Siete d’accordo?

Medicina Estetica batte Chirurgia Estetica. Siete d’accordo?

Forse è colpa della crisi, fatto è che dall’ultimo rapporto sulla ripartizione dei trattamenti estetici nel mondo realizzata dalla ASAPS (American Society of Aesthetic Plastic Surgery), sembra che la medicina estetica abbia superato di gran lunga, dopo un decennio di dominio, la chirurgia estetica. A quanto pare, si preferisce fare un ritocchino ogni sei mesi, magari durante la pausa pranzo o in un ritaglio di tempo libero, che sottoporsi a un intervento di chirurgia vero e proprio. Non vogliamo mettere in dubbio delle statistiche, tra l’altro riportate dalla più importante realtà del mondo della chirurgia e medicina estetica, ma ci chiediamo, anzi vi chiediamo, cosa ne pensate? Domanda per le/gli over 50: preferite davvero, per avere un aspetto più giovane e levigato spendere periodicamente in interventi non invasivi come la tossina botulinica, i filler e la microdermoabrasione, piuttosto che sottoporvi a un minilifting o lifting che sia? In effetti, il botox è risultato come secondo trattamento medico-estetico più richiesto in Italia, mentre all’estero, come sempre è invece saldamente in testa. Dagli Stati Uniti alla Germania, dalla Francia alla Gran Bretagna, questo trattamento sta vivendo un vero e proprio momento d’oro. Altro quesito, e questo vale per tutti: per avete scelto o scegliereste una liposuzione/liposcultura o un rimedio non chirurgico, come l’adipocitolisi?

Tags: , , , , , , , , , ,

Arriva l’autunno, quali trattamenti di medicina estetica effettuare dopo l’estate

Arriva l’autunno, quali trattamenti di medicina estetica effettuare dopo l’estate

Dottor Urbano Urbani Siamo tornati al nostro tram tram giornaliero, i bambini sono tornati a scuola, gli adulti hanno ripreso gli orari di lavoro e con loro i buoni auspici per mettersi a dieta dopo i troppi aperitivi estivi e la volontà per comiciare o ricominciare l’attività fisica.  Le agognate vacanze sembrano già finite da un secolo e la tintarella presa al mare o in montagna che ci ha fatto tornare in città fieri del nostro colorito, sta scomparendo… lasciando però, segni invisibili e in alcuni casi, segni visibili, sul nostro viso.  A quali trattamenti di medicina estetica è utile dunque sottoporsi in previsione dell’inverno in arrivo? Il dottor Urbano Urbani, specialista in Chirurgia Maxillo-Facciale e Surgical Fellowship in Chirurgia Plastica, collaboratore chirurgo e medico estetico presso I.E.I. Istituto Estetico Italiano ci aiuterà a scoprire cosa possiamo fare.

Tags: , , , , , , , ,

CAVIGLIE E GINOCCHIA DA STAR!

CAVIGLIE E GINOCCHIA DA STAR!

Sarà capitato anche a voi di vedere alcune donne dalle belle spalle, braccia sode, lato B proporzionato a un addome piatto, insomma piacenti donne, coperte da gonne gipsy, lunghi caftani e boots anche quando ci sono 40 gradi all’ombra e vi sarete chiesti il perché di tanto pudore… e bene da una recente ricerca dall’Associazione Donne e Qualità della Vita su un campione di 1.000 donne di età compresa tra 25 e 50 anni, si è scoperto che la maggior parte ha un cattivo rapporto con le proprie gambe, in particolare con le caviglie e le ginocchia.

Tags: , , , , , , , ,

RIMEDIARE A RUGHE E MACCHIE BRUNE CAUSATE DAL SOLE

RIMEDIARE A RUGHE E MACCHIE BRUNE CAUSATE DAL SOLE

Ci siamo protetti anche quest’estate, abbiamo evitato le ore più calde e abbiamo applicato creme con fattore protezione adeguata alla nostra carnagione…eppure anche quest’anno non è stato abbastanza.  Al ritorno dalle vacanze ecco infatti, vecchie macchie solari fare “capolino”,  nuove rughe, pelle secca, punti neri, brufoletti sotto pelle, conseguenze di un’esposizione solare troppo prolungata.

Tags: , , , , , , , , ,

ATTENZIONE ALLA CHIRURGIA ESTETICA LOW COST!

ATTENZIONE ALLA CHIRURGIA ESTETICA LOW COST!

Da un’ultima notizia ANSA…in questo momento di grande crisi per le nostre tasche, si rinuncia alle vacanze, alle cene fuori, al cinema, allo shooping dei saldi, anche alla spesa, ma non si rinuncia agli interventi di chirurgia e medicina estetica. E con la spending review, questi trattamenti sono low cost, eseguiti all’estero in strutture non riconosciute o affidati al primo che si spaccia per medico specialista in medicina e chirurgia plastica. Il problema è che un terzo di queste operazioni hanno esiti e risultati negativi con implicazioni anche gravi per la salute. Questo perché le così dette “offerte speciali”, nascondono in qualche caso delle insidie per il paziente, come l’utilizzo di prodotti di qualità scadente unite a uno scarso livello di professionalità dello staff medico. Se è normale che in un momento così delicato, molti professionisti revisionino le tariffe delle prestazioni, è giusto anche far presente che ciò non deve avere ricadute sulla qualità del servizio offerto e/o dei prodotti utilizzati come le protesi, i farmaci e i dispositivi medicali.

Tags: , , , ,