PRP – Plasma Ricco di Piastrine

PRP – Plasma Ricco di Piastrine

PRP, sapete cosa significa? Plasma ricco di piastrine. E’ un innovativo metodo di medicina rigenerativa, basato sulle proprietà dei fattori di crescita presenti nel nostro sangue. Il PRP viene prodotto naturalmente dal nostro organismo ed è una fonte di fattori di crescita che stimolano lo sviluppo dell’osso e dei tessuti molli (cute, sottocute, tessuti miofasciali), migliorando la risposta ai danni biologici e favorendo la guarigione di ferite. Oggi, grazie alle nuove tecnologie e alla ricerca scientifica, si può ottenere il PRP ad altissima concentrazione di fattori di crescita piastrinici. Questa tecnica prevede la centrifugazione del sangue dello stesso paziente e quindi la separazione dei tre strati di cellule: dal più denso sul fondo o RBC (globuli rossi), a quello intermedio o PRP con il 30% di piastrine e globuli bianchi, fino all’ultimo o PPP (Platelet Poor Plasma), povero di piastrine. Innestato nella zona da trattare, il PRP accelera la proliferazione cellulare (specie delle staminali), favorendo i processi riparativi e la rivascolarizzazione di pelle e/o cuoio capelluto, oltre alla sintesi di collagene. Tutto questo, senza effetti colaterali, trattandosi di una sostanza naturale, derivata dall’organismo di ognuno di noi. Ma in quali ambiti si applica questo trattamento di medicina rigenerativa?  Si può utilizzare questa procedura nella chirurgia oculare, nella traumatologia sportiva, nell’odontoiatria, per favorire la ricrescita dell’osso intorno agli impianti, nella chirurgia plastica ricostruttiva, nella medicina estetica, nell’ antiaging e nella cura dell’acne. In particolare, il PRP può essere utilizzato per rigenerare e, dunque, ringiovanire, non solo la pelle di viso, collo, décolleté e mani, ma anche delle gambe e dell’addome.  Ottenuta la soluzione, viene iniettata sottocute con microiniezioni a distanza di circa 1-2 cm l’una dall’altra, ottenendo subito un delicato effetto filler con risultati più evidenti dopo un mese.  Infatti grazie alla stimolazione delle cellule di collagene ed elastina, la pelle appare più turgida, luminosa e compatta. In caso di acne, segni e cicatrici si riducono visibilmente fin dalla prima seduta. Come si svolge una seduta di PRP? Inanzitutto il trattamento si svolge in ambulatorio e richiede circa 30/45 minuti. La seduta inizia con il prelievo di 5-6 ml di sangue. Le provette vengono immesse in una centrifuga che, in pochi minuti, separa le componenti del sangue ottenendo così una massa gelatinosa, ovvero il plasma ricco di piastrine (PRP), fonte di fattori di crescita. Dopo aver anestetizzato la zona da trattare, il medico specialista inietta la soluzione ottenuta, dopodichè il paziente può tornare alle sue attività abituali e in base alle indicazioni, la seduta può essere ripetuta per migliorare i risultati già dopo poco tempo.

Tags: , , ,

NASO DELLE MIE BRAME…

NASO DELLE MIE BRAME…

Sicuramente sarà capitato a tutti di conoscere persone con un viso particolarmente interessante. Uno dei tratti fondamentali che caratterizzano il nostro volto è il naso, che molte volte, anche se non perfetto risulta contestualizzarsi nella nostra personalità in maniera incisa e assolutamente non negativa come nel caso della top model più pagata al mondo Gisele Bundchen.

Tags: , , , , , , , , ,

Medicina Estetica batte Chirurgia Estetica. Siete d’accordo?

Medicina Estetica batte Chirurgia Estetica. Siete d’accordo?

Forse è colpa della crisi, fatto è che dall’ultimo rapporto sulla ripartizione dei trattamenti estetici nel mondo realizzata dalla ASAPS (American Society of Aesthetic Plastic Surgery), sembra che la medicina estetica abbia superato di gran lunga, dopo un decennio di dominio, la chirurgia estetica. A quanto pare, si preferisce fare un ritocchino ogni sei mesi, magari durante la pausa pranzo o in un ritaglio di tempo libero, che sottoporsi a un intervento di chirurgia vero e proprio. Non vogliamo mettere in dubbio delle statistiche, tra l’altro riportate dalla più importante realtà del mondo della chirurgia e medicina estetica, ma ci chiediamo, anzi vi chiediamo, cosa ne pensate? Domanda per le/gli over 50: preferite davvero, per avere un aspetto più giovane e levigato spendere periodicamente in interventi non invasivi come la tossina botulinica, i filler e la microdermoabrasione, piuttosto che sottoporvi a un minilifting o lifting che sia? In effetti, il botox è risultato come secondo trattamento medico-estetico più richiesto in Italia, mentre all’estero, come sempre è invece saldamente in testa. Dagli Stati Uniti alla Germania, dalla Francia alla Gran Bretagna, questo trattamento sta vivendo un vero e proprio momento d’oro. Altro quesito, e questo vale per tutti: per avete scelto o scegliereste una liposuzione/liposcultura o un rimedio non chirurgico, come l’adipocitolisi?

Tags: , , , , , , , , , ,

Giovane ragazza pentita dell’utilizzo di chirurgia estetica

Giovane ragazza pentita dell’utilizzo di chirurgia estetica

Carla aveva 18 anni quando davanti allo specchio piangeva e si disperava non contenta del suo aspetto fisico. Oggi ne ha 22 e piange ugualmente anche se, in questi anni, si è sottoposta a molti interventi di medicina e chirurgia estetica, arrivando a spendere più di 27 mila euro. Ha iniziato con una mastoplastica additiva che mamma e papà le hanno regalato per il compleanno della maggiore età. Poi si è sottoposta a vari ritocchini di medicina e chirurgia estetica per rivedere e migliorare il naso, la bocca, il mento e i glutei per concludere, poco tempo fa, ha fatto una liposuzione/liposcultura, per eliminare il grasso localizzato. I genitori raccontano che l’insoddisfazione di Carla era diventata una vera e propria ossessione e che per placare e redimere il suo stato di malessere hanno acconsentito a questa serie di interventi. Alle telecamere del programma di mediaset Lucignolo, la ragazza si è raccontata: è pentita di quanto fatto e riguardando le foto di pochi anni fa, si è resa conto di quanto era bella la sua autenticità. Adesso si guarda allo specchio e non si riconosce, vorrebbe tornare indietro, vorrebbe ritrovare la sua bellezza naturale.

Tags: , , , , , ,

LINEE GUIDA PER GLI INTERVENTI DI MEDICINA ESTETICA

LINEE GUIDA PER GLI INTERVENTI DI MEDICINA ESTETICA

Finalmente l‘Associazione Chirurgia Plastica, Aicpe ha definito per la prima volta in Italia, le prime Linee Guida dedicate agli interventi di medicina e chirurgia estetica, un modus operandi dei principali interventi, dagli esami pre-operatori alla gestione delle possibili complicanze. Pubblicato sul numero di ottobre della rivista scientifica Minerva Chirurgica, questo documento ufficiale è il primo del settore, che ha lo scopo di fissare i punti fondamentali per la buona pratica medica nella chirurgia estetica.

La mastoplastica additiva di Ambra e Aida

La mastoplastica additiva di Ambra e Aida

Come vi avevamo annunciato qualche settimana fa, Aida e Ambra sono le nostre nuove testimonial che si sono sottoposte a un intervento di mastoplastica additiva, ovvero a un aumento del seno con protesi. Operate dal coordinatore scientifico di IEI- Istituto Estetico Italiano, il dottor Valerio Badiali, nella prestigiosa clinica romana, Villa Stuart, le due sorelle, belle e solari, poco più che ventenni, ci raccontano, attraverso questa pillola video, il perché della loro decisione. Questa intervista doppia va a sommarsi alle esperienze di Giulia, Alice, Amanda, Emanuela, Erika, Mary, Silvia, Solidea e Stefania. E tra meno di un mese vedremo anche Mara ed Emiliano, madre e figlio, che si sottoporranno rispettivamente a un minilifting e una miniliposcultura.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Michelle Hunziker: mamma per la seconda volta

Michelle Hunziker: mamma per la seconda volta

Bionda, curve perfette, ma soprattutto tanto simpatica e ironica: Michelle Hunziker ha conquistato da tempo il cuore degli italiani e ieri è diventata mamma per la seconda volta di Sole! Dopo 17 anni dalla nascita di Aurora, avuta da Eros Ramazzotti, a l’età di 36 anni ha dato alla luce la sua seconda figlia e il papà Tomaso Trussardi di cui la showgirl è compagna, ha voluto assistere a tutto il parto naturale. Ieri pomeriggio la neo mamma è arrivata sorridente e spensierata alla clinica La Madonnina di Milano. Il fisico mozzafiato, che ha sfoggiato in queste ultime settimane (le foto lo dimostrano e anche la sua conduzione del tg satirico Striscia la Notizia), non sembrava proprio quello di una donna al nono mese di gestazione. Eh si, quando si dice “baciati dalla natura”… In realtà Michelle si è sempre dedicata al suo corpo, mantenendo una dieta equilibrata e facendo tanto sport. Lei si definisce una sportiva doc e non una fanatica della palestra. Infatti, fin da quando era bambina, pratica sci, snowboard, nuoto, ma anche sci nautico, wind surf, insomma ogni occasione è buona per fare un po’ di attività, soprattutto in estate quando, afferma, non sta mai ferma ed è sempre in movimento. Inoltre, è abituata a mangiare pochi carboidrati, tante proteine e a fare una buona colazione, pasto fondamentale per cominciare bene la giornata e attivare il metabolismo.

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

ISTITUTO ESTETICO ITALIANO: 4 ANNI DI SUCCESSO

ISTITUTO ESTETICO ITALIANO: 4 ANNI DI SUCCESSO

Sono passati 4 anni da quando a Milano e subito dopo a Roma furono inaugurate le prime sedi di IEI – Istituto Estetico Italiano. Oggi l’istituto vanta centri medici anche a Firenze, Bologna e Torino, opera in prestigiose cliniche ed è diventato lʼorganizzazione italiana per eccellenza specializzata in medicina estetica e chirurgia plastica. Lo staff di medici specialisti, di cui il coordinatore scientifico è il Dottor Valerio Badiali, offre professionalità, attenzione e consiglia l’intervento di chirurgia estetica e il trattamento di medicina estetica più adatto all’armonia del corpo, alla felicità della mente, al benessere psicofisico, per ottenere un risultato del tutto naturale. Ed è proprio su questo ultimo concetto che si basa tutta la filosofia e l’operato dell’ Istituto Estetico Italiano, che aiuta e migliora la bellezza autentica e naturale senza alterare l’unicità che caratterizza ognuno di noi.

Tags: , , , ,

COSA c’è da sapere sulla liposuzione/liposcultura, adipocitolisi o liposuzione non chirurgica

COSA c’è da sapere sulla liposuzione/liposcultura, adipocitolisi o liposuzione non chirurgica

L’autunno e l’inverno sono i mesi ideali per effettuare un intervento di chirurgia estetica del corpo come la liposuzione/liposcultura, infatti un clima fresco è consigliato per un rapido ripristino della circolazione sanguigna e le temperature fredde consentono di convivere al meglio con la guaina che 24h ore su 24 il paziente deve indossare nel post operatorio per almeno 3 settimane. Inoltre, per chi non vede l’ora di sfoggiare la nuova miss in forma, ricordiamo che i primi risultati soddisfacenti sono visibili dopo almeno 2 mesi per arrivare alla massima evidenza 9 mesi dopo, è bene dunque valutare per tempo quando effettuare l’intervento.

Tags: , , , , , , , , , ,